Prenota un test gratuito dell'udito Richiedi un preventivo

Siamo a Monza vicini al CAM – Centro Analisi di Monza. Telefono 039.5963024
Siamo anche all'interno dell’Ospedale nuovo di Vimercate. Telefono 039.6081725

Richiedi un preventivo Prenota un test gratuito dell'udito Domande frequenti

Retroauricolari

Apparecchi acustici retroauricolari

Gli apparecchi acustici retroauricolari applicati da Otosonica, sono adatti per tutte le esigenze di amplificazione ed estetiche.

Comprendono una vasta gamma di dispositivi acustici. Alcuni dei quali veramente discreti poiché hanno dimensioni molto piccole. Si posizionano dietro il padiglione ed il suono viene trasmesso nel condotto uditivo per mezzo di un tubicino così sottile da non essere visto. In alcuni casi il condotto uditivo non viene chiuso ma rimane aperto. La sensazione è di non indossare nulla.

Apparecchi comunicanti con smartphone

Esistono apparecchi acustici di ultima generazione in grado di connettersi direttamente con lo smartphone.
Con questi modelli è possibile fare telefonate, ascoltare la musica e interagire direttamente con lo smarphone.
Tramite il semplice scaricamento di app specifiche, è possibile modulare la propria esperienza di ascolto, il tutto senza rinunciare alla qualità pura e cristallina del suono.
Confort e comodità di ascolto sono un’altra caratteristica vincente di questi modelli, che sono in grado di eliminare il fastidio di fischi e ronzii.

Apparecchi comunicanti con smartphone

Applicazione aperta

Queste soluzioni correggono bene ed in maniera confortevole i deficit uditivi di lieve-media entità. Esteticamente sono molto validi: la dimensione nelle versioni micro sono molto contenute ed il tubicino di raccordo che trasmette il suono nell’orecchio è così sottile da non essere visto.

Apparecchio acustico da posizionare dietro l'orecchioApparecchio acustico invisibile

Vengono applicati a orecchio aperto, ovvero il condotto uditivo non è chiuso mantenendo le caratteristiche acustiche naturali dell’orecchio. Hanno anche il vantaggio del comfort: il condotto uditivo non è occluso, non danno alcun fastidio. Oggi questa soluzione è molto diffusa consentendo di correggere perdite uditive lievi-medie senza disturbo. Esteticamente sono molto interessanti.

In alcuni casi si ricorre a soluzioni definite “a ricevitore nel condotto“, cioè con un mini altoparlante nel condotto uditivo che permette di estendere questo tipo di applicazione anche a deficit uditivi più importanti. Inserendo il mini-altoparlante nel condotto, l’apparecchio stesso diventa ancora più piccolo di dimensioni. Qualora servisse fornire una maggiore amplificazione di ascolto, è possibile sostituire il ricevitore (il mini altoparlante) con un altro di maggior potenza potendo correggere così deficit uditivi di livello elevato.

Apparecchi acustici retroauricolari a ricevitore nel condottoProtesi acustica applicata dietro il padiglione auricolare

 

Retroauricolari tradizionali

Protesi acustiche retroauricolari tradizionaliProtesi retroauricolari tradizionali

Si ricorre alla soluzione retroauricolare quando la perdita uditiva è di grado elevato definibile in grave o profonda. L’apparecchio acustico diventa più grande ed il tubicino di raccordo anche.

 

Retroauricolari – OPEN EAR – RIC

Quando si parla di queste soluzioni ormai si intende una famiglia di apparecchi acustici retroauricolari piccoli, estetici e molto confortevoli poichè lasciano in diversi casi il condotto uditivo libero.

Comprendono gli innovativi OPEN EAR (molto piccoli e nel condotto uditivo viene inserita solo una cupoletta traforata di silicone che non si avverte) ed i RIC (ricevitore nel condotto uditivo) che riducono ulteriormente dimensioni ed ingombri. In aggiunta vi sono gli apparecchi retroauricolari tradizionali.

 

« Torna a tutte le tipologie di apparecchi acustici